Istituto Comprensivo Colleferro 1

"Margherita Hack"

 

Scuola dell'infanzia - Scuola Primaria - Scuola S econdaria di Primo Grado, Indirizzo Musicale

 

 

PON

PON

Fondi Strutturali Europei

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo Online

Albo Online

Pubblicitò Legale

POR-FSE 2014/2020

POR-FSE 2014/2020

Progetti speciali per le scuole - Regione Lazio

Indirizzo musicale

Indirizzo musicale

Scuola Media "Leoanrdo da Vinci"

E-Twinning

E-Twinning

community online aperta a tutte le scuole d’Europa

 

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO P.O.N. PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

Il progetto si basa sul concetto di inclusione in quanto i bambini e le bambine della nostra scuola presentano caratteristiche diverse, con un particolare modo di apprendere e con capacità differenti.

Alcuni bambini hanno difficoltà cognitive, altri difficoltà nel mantenere l'attenzione e la concentrazione anche per brevi periodi ed è, in particolar modo, a loro che si cercherà di offrire percorsi didattici differenti, con modalità che valorizzino le capacità individuali, che stimolino la curiosità e che siano occasione di elaborazione personale, di collaborazione e di confronto tra pari in contesti stimolanti e anche divertenti.

In base ai riferimenti della legge 107/ 2015 che all'art. 1 punto 7 recita “lo sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al pensiero computazionale, all'utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media nonché alla produzione e ai legami con il mondo del lavoro”, abbiamo progettato percorsi formativi che hanno l'intento di potenziare la competenza-chiave imparare ad imparare, favorendo un'attitudine positiva verso la conoscenza e la fiducia nelle proprie capacità di gestire situazioni con più consapevolezza.

Sono stati scelti tre moduli che più corrispondono alle esigenze evidenziate:

Modulo di Educazione bilingue- educazione plurilingue nasce dall'idea di dar vita, all'interno della nostra scuola dell'infanzia, a un progetto per introdurre i bambini, di cinque anni, ai primi elementi della lingua inglese.

Modulo Multimedialità creare le condizioni di un apprendimento attivo, costruttivo, collaborativo, intenzionale, con l'utilizzo consapevole della tecnologia

Modulo Pluri-attività promuovere l'esplorazione dell’ambiente e del cibo anche attraverso orti scolastici, al fine di rinforzare le capacità comunicative e potenziare la conoscenza dei prodotti biologici, delle loro funzioni e il loro rapporto con il corpo umano.

Colleferro è una cittadina che dista circa 55 Km da Roma e si sviluppa su una superficie di 28 Km quadrati. Attualmente conta circa 21.723 abitanti ed è situata al centro di un vasto comprensorio di cui costituisce il punto di riferimento culturale e commerciale. La sua storia è strettamente collegata alle vicende industriali del territorio su cui si sviluppa, lungo il fianco destro della Valle del Sacco. Il primitivo borgo, ingrandito per il sorgere delle aziende locali, divenne un centro industriale di primo piano. Dopo la crisi dell’industria bellica e delle altre produzioni delle aziende del gruppo Fiat, soprattutto nell’ultimo decennio, ha cominciato ad emanciparsi attraverso la nascita di nuove realtà industriali (la cittadina oggi è insieme a Torino, sede dell’industria spaziale europea che produce il razzo Ariane; è quindi membro della C.V.A., Associazione internazionale delle città che partecipano al programma Ariane) e ad acquisire una accentuata connotazione commerciale ed impiegatizia. Colleferro si è così trasformata in una cittadina commerciale, intorno alla quale ruotano i paesi limitrofi e ha assunto la funzione di periferia metropolitana. La vicinanza a Roma ha favorito l’insediamento di nuclei familiari extracomunitari e non, che hanno trovato la possibilità di poter domiciliare a Colleferro, pur lavorando a Roma. Molto sviluppato è il pendolarismo; tale situazione porta all’incontro e alle esigenze di etnie e culture diverse tra loro che tendono a costituire microsocietà autonome, diminuendo la relazionalità con gli altri. Conseguentemente il rapporto scuola-famiglia si è rafforzato per far sentire i genitori parte attiva di una istituzione che concorre alla crescita integrata dei propri ragazzi, nella consapevolezza che ogni agenzia educativa ha la propria peculiarità.

Obiettivi del progetto

1. Potenziare l'identità di ogni alunno, attraverso la vita insieme agli altri.

2. Favorire la conquista dell'autonomia, attraverso la capacità di orientarsi e di compiere scelte in contesti di relazione, riconoscendo le caratteristiche dell'ambiente naturale e sociale.

3. Sviluppare le competenze sensoriali, percettive, motorie, linguistiche e intellettive.

4. Sviluppare le capacità culturali e cognitive di comunicazione mediante l'uso di strumenti linguistici e capacità rappresentative.

5. Sviluppare il senso di cittadinanza, attraverso il riconoscimento dei bisogni degli altri, interiorizzare regole condivise tramite il dialogo e l'ascolto, in un luogo, quale la scuola, in cui tutti hanno gli stessi diritti e doveri.

6. Favorire l'inclusione e coinvolgere alunni provenienti da situazioni socio-ambientali culturalmente deprivati.

Per la realizzazione del progetto ci avvarremo di collaborazioni con associazioni culturali presenti nel nostro territorio, che conoscono le realtà delle nostre scuole e il tipo dell'utenza che le caratterizza. Tali associazioni hanno la presenza di esperti professionalmente qualificati, che potranno dare un contributo notevole allo sviluppo delle attività didattiche.

Metodologie e innovatività

Le attività saranno di tipo laboratoriale e investiranno in maniera trasversale tutti i campi di esperienza, rispettando, tuttavia tempi e ritmi degli alunni. I bambini avranno la possibilità di relazionarsi con altri bambini provenienti da sezioni diverse, un laboratorio in cui sperimentarsi, mettersi alla prova in un ambiente protetto è regolato. Si realizzeranno i moduli progettuali partendo dalla naturale curiosità che i racconti, le fiabe e le filastrocche esercitano sui bambini e dall'importanza che hanno come strumento di crescita. Il riferimento metodologico principale sarà l'approccio comunicativo adottando una didattica laboratoriale anche mediante attività ludico-motorie utilizzando sussidi multimediali.

Coerenza con l'offerta formativa

Il progetto non è avulso dall'offerta formativa della scuola, in quanto tutti i contenuti dei moduli si possono ritrovare nel PTOF, dove si sottolinea che un ambiente di apprendimento ottimale prevede di valorizzare e mettere al centro del processo insegnamento- apprendimento l'alunno, i suoi problemi, i suoi bisogni formativi, le sue capacità, le sue abilità, le sue conoscenze. La finalità è quella di migliorare la qualità della vita degli alunni con riflessi positivi nel contesto familiare e scolastico, favorendo nella scuola benessere e successo. Il presente progetto trova connessione nell'educazione alimentare e ambientale, nell'acquisizione di competenze linguistiche e nello sviluppo del pensiero computazionale che sono aspetti significativi presenti nel nostro PTOF.

Inclusività

Il progetto nasce dalla necessità di rendere operativa la mission dell'Istituto al fine di garantire a tutti gli alunni il successo formativo, usando le metodologie didattiche innovative. In tal modo le differenze potranno essere valorizzate, per trasformarle in risorse, favorendo l'inclusione di tutti gli alunni, all'interno della realtà scolastica. Particolare attenzione sarà destinata agli alunni con disagio socioculturale e negli apprendimenti, per i quali saranno previsti dei percorsi facilitanti, tenuto conto anche del piano annuale di inclusività dove si evidenziano le metodologie e le strategie da utilizzare per gli alunni in difficoltà. Le attività saranno volte al miglioramento delle competenze di base, all'acquisizione delle competenze digitali, alla riduzione di episodi di prevaricazione, di esclusione, di emarginazione soprattutto nei confronti degli alunni stranieri, disabili o con BES.

Impatto e sostenibilità

La nostra scuola intende finalizzare l'educazione alla prevenzione del disagio, al coinvolgimento attivo e all'integrazione degli alunni nel nostro territorio. Per assolvere all’arduo compito della formazione continua della persona, è necessario utilizzare una didattica laboratoriale e progettuale atta a garantire occasione di istruzione e formazione per ciascun alunno.

ULTIME NOTIZIE

AVVISO

Nella sezione Bullismo e cyberbullismo

è pubblicato il documento di E-Safety Policy

per un uso responsabile delle apparecchiature

elettroniche connesse in rete

 

AVVISO

SI COMUNICA CHE E' DISPONIBILE SUL SITO

(MODULISTICA FAMIGLIE DOCENTI E ATA)

TUTTA LA MODULISTICA PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE

PER LE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO

D'ISTITUTO 2018-2021

AVVISO

Si comunica che dall'11 Settembre 2018

gli Uffici di Segreteria e Presidenza

si trasferiranno presso la scuola L. Da Vinci

Viale XXV Aprile 66

 

AVVISO

Sono pubblicate in data 30 agosto 2018

in amministrazione trasparente - personale

le graduatorie definitive personale ATA

III Fascia

SI COMUNICA CHE

GIOVEDI' 6 SETTEMBRE 2018 ALLE ORE 10.00

SI TERRA' UN INCONTRO CON I

GENITORI DELLE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA

A.S. 2018/19

NEI RISPETTIVI PLESSI.

 

AVVISO

SONO PUBBLICATE LE GRADUATORIE PROVVISORIE PERSONALE ATA 3 FASCIA.

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - PERSONALE - GRADUATORIE

Ultime Circolari

Indire

Indire

Ricerca e innovazione per la scuola italiana

Iscrizioni Online

Iscrizioni Online