Istituto Comprensivo Colleferro 1

"Margherita Hack"

 

Scuola dell'infanzia - Scuola Primaria - Scuola S econdaria di Primo Grado, Indirizzo Musicale

 

 

PON

PON

Fondi Strutturali Europei

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo Online

Albo Online

Pubblicitò Legale

POR-FSE 2014/2020

POR-FSE 2014/2020

Progetti speciali per le scuole - Regione Lazio

Indirizzo musicale

Indirizzo musicale

Scuola Media "Leoanrdo da Vinci"

E-Twinning

E-Twinning

community online aperta a tutte le scuole d’Europa

 


Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; plgContentgoogleMaps has a deprecated constructor in /home/comprens/public_html/plugins/content/googleMaps/googleMaps.php on line 21

Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; Plugin_googleMaps has a deprecated constructor in /home/comprens/public_html/plugins/content/googleMaps/googleMaps.lib.php on line 340

Escursione naturalistica

PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, LAZIO E MOLISE.

Il giorno 6 maggio le classi 1H e 2H, si sono recate al Parco Nazionale d’Abruzzo per esplorare il territorio e vivere una nuova esperienza. Nel corso di questa giornata ci siamo addentrati in alcuni sentieri in mezzo alla natura, imparando la flora e la fauna che ci circondava e l’habitat in generale. Con la guida Sophie, abbiamo scoperto un modo differente di vedere la nostra Terra, facendo cose che per noi potevano sembrare strane, come restare in silenzio ed ascoltare gli alberi, che però hanno messo in moto i nostri sensi e soprattutto abbiamo dato libero sfogo all’ immaginazione ed al divertimento. Continuando la nostra escursione, abbiamo visitato due località in particolare: Val Fondillo e Civitella Alfedena, in quest’ultima abbiamo potuto, addirittura, vedere i lupi!

Inoltre, era presente un museo che raffigurava l’evoluzione e la differenziazione di genere di questi animali. In questa esperienza, Sophie, ci ha potuto raccontare la storia del posto, narrandoci come era la vita a contatto con la natura, non solo in questi posti specifici, ma in tutta la nazione. Il nostro viaggio d’ istruzione ci ha, inoltre, permesso di conoscere rocce e pietre, come era la loro forma, il cambiamento dovuto agli agenti atmosferici, e i piccoli esseri viventi che utilizzavano queste come luogo dove vivere. La stessa cosa è stata fatta con delle piante, imparandone l’origine e la specie, di come interagivano con l’ambiente e di come potevano fornire cibo e rifugio per molti animali. Un’altra cosa che abbiamo analizzato nei particolari è stato un formicaio che presentava una forma a cono rovesciato dove le formiche si muovevano in modo ordinato per uscire e cercare da mangiare o entrare e porre in luoghi specifici le scorte di cibo. In generale possiamo dire che è stata una gita scolastica ad alto livello istruttivo, ponendo attenzione su ciò che poteva sembrarci banale e scoprire, invece, argomenti molto interessanti e capaci di attrarre la nostra attenzione.

Barrea è situata in un territorio montano prospiciente alla VALLE DEL SANGRO e al LAGO DI BARREA. Il centro abitato, posto ad un'altitudine di 1.060 m, occupa una sporgenza all'estremità orientale del lago racchiusa dalle ripide fiancate dei MONTI DELLA META a sud e il MONTE GRECO a nord. Il suo territorio è compreso nel PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, LAZIO E MOLISE. Il lago fu costituito nel 1951 dallo sbarramento del fiume SANGRO ed è utilizzato per la produzione di energia elettrica. La Zona Umida del Lago di Barrea, gestita dall'Ente Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise.

CIVITELLA ALFEDENA  è raggiungibile dalla Marsica orientale (uscita di Pescina dell'A25) e dal Basso Sangro attraverso la Strada statale 83 Marsicana che attraversa il Parco Nazionale d'Abruzzo da nord a sud-est toccando anche altri centri turistici come Pescasseroli, Opi, Villetta Barrea, Barrea e Alfedena. Accessi secondari provengono da Cocullo (A25) attraverso la Strada statale 479 Sannite passando per la Valle del Sagittario e Scanno-Passo Godi, e dal territorio laziale attraverso il valico di Forca d'Acero e l'omonima Strada Statale 509 passando per Opi.

MUSEO DEL LUPO L'uomo e il lupo si fronteggiano da millenni: ma, se nel tempo il lupo è rimasto un abile predatore, il ruolo dell'uomo è cambiato: da cacciatore e raccoglitore è diventato allevatore, ha modellato il paesaggio in base alle sue esigenze e ha visto nel lupo figure via via differenti, dal magico simbolo di forza e intelligenza al feroce assassino, all'animale nocivo. Oggi l'uomo sente di avere necessariamente un ruolo nuovo, quello di responsabile delle risorse del pianeta e, in particolare, della diversità biologica. Come tale deve guardare anche al lupo con occhi nuovi e attenti. Con questo obiettivo nasce il museo del lupo ad Arsita, uno spazio di informazione e sensibilizzazione rivolto soprattutto alle nuove generazioni. Il fascino del lupo, presenza furtiva e discreta dei boschi del Parco, emerge con tutto il suo carico di suggestioni ancestrali e di mistero. Se il suo ululato è il suono più possente e selvaggio, agghiacciante e affascinante che sia dato in natura, è sulla imitazione del suo richiamo che i ragazzi giocheranno la piena adesione allo spirito del Museo, per una conoscenza quanto più approfondita e corretta di questo straordinario ed intelligentissimo animale. VAL FONDILLO La VAL FONDILLO è uno dei posti più belli del Parco Nazionale D'Abruzzo, Lazio e Molise E' ricca di verde, di boschi, di rarità naturalistiche, di riposanti e fresche radure. Oltre alle cinque sorgenti principali, è possibile incontrare numerose piccole fonti che, con la loro acqua buona da bere, alimentano il torrente Fondillo. Una estesa rete di sentieri, adatti a tutte le esigenze, consente di raggiungere i punti più interessanti, sia sul fondo valle che in quota. Tra questi la sorgente "Tornareccia", il "rifugio dei briganti", la "grotta delle fate", il "passaggio dell'orso", il Monte Amaro. All'ingresso della valle, ubicato nelle strutture in passato utilizzate come Centro di lavorazione del legno di faggio, un servizio di accoglienza fornisce informazioni sui percorsi e numerosi servizi: bar, ristoro di montagna, area di pic-nic, passeggiate a cavallo, tiro con l'arco, nolo bici, cura degli asinelli, Museo della foresta. Durante l'anno vengono organizzati eventi con oggetto la valle e le sue peculiarità, laboratori per bambini, iniziative culturali. È possibile richiedere l'"amicizia" alla valle, e entrare a far parte degli "amici " della Val Fondillo, che usufruiscono di sconti sui servizi ed eventi dedicati.

I NOSTRI APPUNTI: Nel parco nazionale che si trova in Abruzzo, le montagne si sono formate da conchiglie, perché prima erano ricoperte dal mare. L’ economia si basava sulla pastorizia e sul disboscamento. Oltre alle montagne nel parco, si trovano varie specie di animali, come per esempio; cervi, caprioli, orsi bruni marsicani, lupi e animali da cortile. Sugli alberi e lungo i sentieri, ci sono alghe, licheni e muschi. Il muschio indica sempre il nord, ed ha una consistenza spugnosa e umidiccia. Gli alberi principali sono il faggio, la quercia, il pino e il pioppo. Il frutto del faggio si chiama FAGGIOLA. Le foreste di faggio si distendono sui pendii delle montagne come una coperta dai colori interni e profondi, che costudisce la fragile vita animale che vi ha trovato rifugio. La visita al parco è un’esperienza da vivere in ogni stagione: Ognuna con i suoi colori, il suo vento, i suoi paesaggi, il suo sole, le sue tracce lasciate dai fiori, dagli alberi e dagli animali. Il versante laziale del parco si distingue per la varietà climatica delle fasce vegetazionali e per le pregiate produzioni agricole. Le comunità, distribuendosi sul territorio, hanno sapientemente realizzato un lavoro di integrazione con l’ambiente naturale. Il fiume Sangro è interamente Abruzzese, nasce a 1400 metri alle pendici del monte Turchio nel comune di Gioia dei Marsi, dalle sorgenti la penna aventi portata di pochi litri al secondo; dopo un percorso di 122 km, sfocia nel Mare Adriatico, in località Torino di Sangro con, perlomeno, 8000 l di portata. Lungo il percorso interno al parco, esso presenta le caratteristiche di un corso d’acqua montano, con pendenze superiori al 2-3% che si riducono a 1-2 % in corrispondenza di piane alluvionali che interrompono l’andamento torrentizio del fiume. Il lupo appenninico può vivere isolato o in piccoli branchi, gerarchicamente organizzati. Si sposta continuamente con vigore, abilità e acacia di abitudini prevalentemente notturna, durante il giorno si rifugia nei luoghi più selvaggi ed inaccessibili del Parco. Il peso dell’orso marsicano può superare anche i 2 quintali. Ha un comportamento solitario e tranquillo. Un onnivoro prevalentemente vegetariano, si adatta a ciò che offre l’ambiente e le stagioni. Vive nelle foreste e nelle praterie di alta quota al limite del bosco. .

ULTIME NOTIZIE

AVVISO

Nella sezione Offerta Didattica/Indirizzo Musicale

sono pubblicate le Graduatoria Indirizzo Musicale A.S. 2019 - 2020

 

AVVISO

E' PUBBLICATO IN AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

IL MODULO PER L'ANAGRAFE NAZIONALE DEGLI

STUDENTI 2017/2018- PARTIZIONE DEDICATA AGLI

STUDENTI CON DISABILITA'

AVVISO

Nella sezione Bullismo e cyberbullismo

è pubblicato il documento di E-Safety Policy

per un uso responsabile delle apparecchiature

elettroniche connesse in rete

 

AVVISO

Nella sezione Offerta Didattica

è pubblicato il Piano Triennale dell'Offerta Formativa

valevole per il triennio 2019/22

 

AVVISO

sono presenti nella sezione OFFERTA DIDATTICA, PROGETTI PON la descrizione delle attività formative riferite ai Progetti Pon “Potenziamento delle competenze di cittadinanza globale” e “Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico”, i modelli di adesione per gli alunni: modello di iscrizione, scheda anagrafica studente.

 

AVVISO

Si comunica che dall'11 Settembre 2018

gli Uffici di Segreteria e Presidenza

si trasferiranno presso la scuola L. Da Vinci

Viale XXV Aprile 66

 

Ultime Circolari

Scuola Amica Unicef

Scuola Amica Unicef

Indire

Indire

Ricerca e innovazione per la scuola italiana

Iscrizioni Online

Iscrizioni Online