Istituto Comprensivo Colleferro 1

"Margherita Hack"

 

Scuola dell'infanzia - Scuola Primaria - Scuola S econdaria di Primo Grado, Indirizzo Musicale

 

 

PON

PON

Fondi Strutturali Europei

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo Online

Albo Online

Pubblicitò Legale

POR-FSE 2014/2020

POR-FSE 2014/2020

Progetti speciali per le scuole - Regione Lazio

Indirizzo musicale

Indirizzo musicale

Scuola Media "Leoanrdo da Vinci"

E-Twinning

E-Twinning

community online aperta a tutte le scuole d’Europa

 

Storie di internati ebrei nel Basso Lazio

In occasione della “Giornata della Memoria”, noi alunni della 3H della Scuola Media statale Leonardo da Vinci, con le classi 3 A e C, abbiamo avuto il privilegio di ospitare, la dottoressa Alessandrina De Rubeis, studiosa di ebrei internati ungheresi nel Basso Lazio, nella zona di San Donato in Val Comino, ridente paese situato nel versante laziale del Parco Nazionale d'Abruzzo. La signora De Rubeis ci ha mostrato attraverso documenti e missive dell'epoca, gli aspetti della persecuzione ebraica in Italia tra legislazione razziale e internamento a San Donato. Riportiamo qui di seguito queste preziose testimonianze, che ci mostrano la grande sofferenza di intere famiglie internate tra il 1940 e il 1944 nella zona di Cassino.

A cura della 3H. Progetto school at work, docente referente prof. Anna Maria Adami.

Con l’entrata in guerra dell’Italia (1940), il governo varò misure per l’internamento dei prigionieri nemici, seguendo l’esempio della Germania, della Francia, della Gran Bretagna e di altre nazioni. L’internamento fu motivato come strumento per garantire la sicurezza interna e la sicurezza militare – ad esempio contro lo spionaggio – e con esso si voleva evitare che uomini abili al servizio militare lasciassero il paese e si arruolassero nell’esercito nemico.

I CAMPI DI INTERNAMENTO L’internamento, che all’origine non aveva nulla a che vedere con la politica razziale, entrò in stretta relazione con la questione ebraica: il 15 giugno fu ordinato l’arresto degli uomini ebrei di età compresa tre il 18 e i 60 anni, di nazionalità tedesca, polacca e ceca oppure apolidi. Le donne e i bambini furono allontanati dalla loro residenza e concentrati in luoghi isolati sotto il controllo della polizia nel cosiddetto “internamento libero”. Uno dei più conosciuti è quello di San Donato Val di Comino. Gli ebrei stranieri internati erano circa 25, originari di Ungheria, Germania, Polonia, Cecoslovacchia e Austria. Durante la permanenza in valle nacquero due bambine. Tra le personalità internate vanno ricordate: Margareth Bloch, amica e confidente di Franz Kafka; Greta Berger, stella del cinema muto tedesco, interprete dei grandi film di Fritz Lang e W.F. Murnau.

DISPOSIZIONI PER GLI INTERNATI Secondo le disposizioni, gli internati non potevano allontanarsi dal comune, rincasare un’ora dopo il tramonto e non portare armi. Dovevano invece tenere una buona condotta e presentarsi ai Carabinieri ogni mattina alle 9. Agli ebrei veniva garantito – quando le casse comunali lo permettevano – un sussidio giornaliero per gli alimenti, le medicine e le cure mediche. I rapporti con gli abitanti della valle furono buoni e molti si prodigarono per aiutarli. In maniera limitata, come a Picinisco, si verificarono casi di violenza. 1944,

LA VAL DI COMINO RETROVIA DEL FRONTE DI CASSINO Con l’armistizio dell’8 settembre 1943 e la successiva occupazione tedesca le cose cambiarono. Per non finire nei campi di sterminio gli ebrei furono costretti a nascondersi. Su 24, 16 furono catturati e quasi tutti finirono i loro giorni ad Auschwitz. Nel 2013 il Comune di San Donato ne ha onorato la memoria erigendo un monumento nei pressi del municipio; nel 2017 ha commissionato a Luca Leone la realizzazione di un percorso nel centro storico, sui luoghi degli internati, da proporre a studenti e visitatori. San Donato Val di Comino è uno dei duecento comuni italiani a fregiarsi della Bandiera Arancione del Touring Club per la qualità turistica e ambientale.

ULTIME NOTIZIE

AVVISO

Si comunica che dall'11 Settembre 2018

gli Uffici di Segreteria e Presidenza

si trasferiranno presso la scuola L. Da Vinci

Viale XXV Aprile 66

 

AVVISO

Sono pubblicate in data 30 agosto 2018

in amministrazione trasparente - personale

le graduatorie definitive personale ATA

III Fascia

SI COMUNICA CHE

GIOVEDI' 6 SETTEMBRE 2018 ALLE ORE 10.00

SI TERRA' UN INCONTRO CON I

GENITORI DELLE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA

A.S. 2018/19

NEI RISPETTIVI PLESSI.

 

AVVISO

SONO PUBBLICATE LE GRADUATORIE PROVVISORIE PERSONALE ATA 3 FASCIA.

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - PERSONALE - GRADUATORIE

E' PUBBLICATA ALL'ALBO LA GRADUATORIA DI CUI ALL'OGGETTO.

AVVISO

Si comunica che sono pubblicate in amministrazione trasparente (personale graduatorie) le graduatorie interne d'istituto a.s. 2017/2018

Ultime Circolari

Indire

Indire

Ricerca e innovazione per la scuola italiana

Iscrizioni Online

Iscrizioni Online